La Peer Education è una innovativa metodologia da utilizzare come nuova risorsa nell’ambito della prevenzione all’interno della scuola. E’ una strategia educativa volta ad attivare un processo spontaneo di passaggio di conoscenze, di emozioni e di esperienze da parte di alcuni membri di un gruppo ad altri membri di pari status. I destinatari vengono considerati in modo completamente nuovo: non più utenti da istruire perché carenti di informazioni, ma bensì soggetti portatori di risorse, conoscenze, capacità, potere.

Il nostro viaggio tra i giovani che fanno questa esperienza continua.
In questa riflessione partecipano tre giovani che con entusiasmo si sono aperti in un confronto attivo.
Nelle domande ho posto l'attenzione alla loro capacità di cogliere i bisogni dell'altro, azione fondamentale per chi vive questa esperienza.

Inoltre molto interessante il messaggio rivolto all'adulto.


Martina

B: Primo anno che fai questa esperienza? Perché hai aderito?
M: Io volevo già farlo ma questo è il primo anno che ci fanno fare questa esperienza, aiutare i ragazzini a fare i compiti e studiare.
B: Cosa ti sta lasciando?
M: Un ora che sfrutto bene per aiutare i ragazzini.
B: A te personalmente cosa ti lascia?
M: Più pazienza perché con loro devi stare li a spiegargli le cose. Mi piacerebbe continuare anche con altri tipi di volontariato
B: Il bisogno più grande che riscontri carente in loro?
M: Bisogno di attenzione e di ascolto, di condividere le loro cose con qualcuno.
B: Situazioni difficili?
M: Io so che hanno situazioni difficili ma non le raccontano. Nessuna situazione difficile da gestire.


Giulia    

B: Com'è l'esperienza?
G: Bella esperienza che rifarei l'anno prossimo e mi piace che i ragazzi mi dicono che grazie al mio aiuto hanno preso bei voti
B: Quale aspetto di te stai maturando?
G: Pazienza
B: Bisogni riscontrati in loro?
G: Non sono troppo seguiti a casa, ho notato che con un pò più di autostima e di motivazione riescono a fare bene
B: Applichi anche a te questo concetto?
G: Si mi auto motivo e mi dico che serve a me e alla fine mi impegno e riesco. Non sono brava in matematica e ho preso un brutto voto ma poi mi sono impegnata a migliorare
B: Quali sono i tuoi obiettivi?
G: Andare all'università penso lingue perché mi piace il tedesco
B: A casa ti confronti su questa esperienza?
G: Racconto e ridiamo di piccoli aneddoti di ragazzi che si inventano le risoluzioni dei problemi


Erika       

B: Prima volta che fai questa esperienza?
E: Si, abbiamo formato un gruppo con i compagni e abbiamo partecipato, non è proprio la prima volta perché aiuto a fare i compiti al grest in estate
B: Hai riscontrato dei problemi ?
E: Non c'è molta differenza di età con certi ragazzi e quindi non ti ascoltano, altri ti seguono di più
B: Situazioni difficili?
E: Ora, poco fa, tre pagine da studiare ma senza voglia ci abbiamo messo 20 minuti solo su una, ha solo un anno meno di me e non ascolta.
B: Secondo te hanno dei bisogni non ascoltati dagli adulti?
E: Secondo me lui non riesce a esprimersi con gli adulti ma solo con i coetanei
B: Secondo te qual'è il bisogno frustato?
E: Non essere ascoltato dagli adulti ma solo da coetanei
B: Cosa ti senti di dirgli?
E: Di provare a parlare con noi che abbiamo pochi anni in più
B: Al termine di queste ore come ti senti?
E: Soddisfatta, c'è un bambino con cui ho instaurato un buon rapporto e mi racconta le sue cose
B: In futuro come ti vedi?
E: Andare all'estero per imparare le lingue, ma anche qualcosa inerente alla cucina, mi piace cucinare
B: Pensi di ripetere l'esperienza?
E: Si, tanti lo fanno per i crediti, all'inizio forse è così ma dopo un pò mi piace e non lo fai per i crediti ma per aiutare
B: Secondo te gli adulti che fanno le cose solo per guadagno, cosa gli diresti?
E: Dovrebbero pensare non solo al guadagno ma all'aiuto che possono dare agli altri, sopratutto chi fa l'insegnante di sostegno, non pensare solo al loro fine economico ma anche a quello degli altri
B:  Sei una ragazza con idee chiare, riesci a sostenerle sempre?
E: Si
B: In famiglia ti ascoltano?
E: Si, quando mi pongo un obiettivo mi piace portarlo a termine


Il valore dell'altruismo va coltivato attraverso esperienze di confronto tra pari. Aiutare, alleviare, alleggerire chi è in difficoltà è un azione di grande spessore morale che andrebbe coltivato sin dalla più tenera età.
L'uomo è un essere sociale che empatizzare fin da piccolo. Gli adulti hanno il dovere di incanalare questa abilità sia perchè fa parte dell'Intelligenza Emotiva di cui tutti siamo dotati, ma soprattutto perchè a scuola comportamenti del genere sono richiesti e incoraggiati dalle Life Skill
Secondo la definizione fornita dalla WHO (Divisione della salute mentale), i “life skills sono abilità/capacità che ci permettono di acquisire un comportamento versatile e positivo, grazie al quale possiamo affrontare efficacemente le richieste e le sfide della vita quotidiana.”
L'empatia è tra le abilità incoraggiate!

La più alta espressione dell'empatia è nell'accettare e non giudicare.
Carl Rogers, Un modo di essere, 1980


Dottoressa Barbara Camilli
 

Elenco Post

Il vento soffia

Il Vento Soffia Dal Mare
Dall'acqua sabbiosa respiro l'odore del mare; di là giunge il vento e soffia su tutta la terra.
Dall'acqua sabbiosa respiro l'odore del mare; di là arrivano le nubi e cade la pioggia sul mondo

Canto Papago
 


Gioie, speranze, ricordi

La nostra felicità non dipende soltanto dalle gioie attuali ma anche dalle nostre speranze e dai nostri ricordi. Il presente si arricchisce del passato e del futuro.

Émilie du Châtelet


Nuove idee

Se queste idee non vi piacciono non importa: ne ho altre

Marshall McLuhan
 


Intensità

Vivi come se dovessi morire domani.
Impara come se dovessi vivere per sempre.

Gandhi


Solitudine

Si è più felici in solitudine che in compagnia. Non deriverà forse dal fatto che in solitudine si pensa alle cose e che in compagnia si è costretti a pensare alle persone?

Nicolas Chamfort


Informativa sui Cookie

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.