“I Nostri Angeli” sono quelli che sentiamo più vicini, coloro che – per una ragione che trascende la logica –  avvertiamo costantemente. “I Nostri Angeli” sono un sentimento e una certezza, sono il motivo stesso del nostro sentirci parte e tutto del Mondo. Pertanto, ai “Nostri Angeli”, è stata dedicata l’Associazione “Familiari e Vittime della strada”, che ha preso corpo ieri con l’inaugurazione della sede paolana.

Nelle parole della Presidente, Maddalena Panaro, è risuonato tutto il senso di un’iniziativa che si prevede virtuosa, un’iniziativa volta – soprattutto – a rendere comprensibile un problema con il quale “facciamo i conti” solo quando, indesiderato, si palesa nelle nostre vite.

La morte prematura è sempre di per sé esecrabile, perché (se vissuta con la gravità del suo essere “contro natura”) rappresenta un’evidente ingiustizia. Proprio perché investita di questo senso etico, la morte prematura è una questione che va affrontata: per opporre, all’impotenza del dolore personale, un rimedio collettivo. Perché “fare i conti” con questo problema è una questione che richiede il più ampio supporto possibile. Per prevenire e per curare.

Quando la morte prematura è causata da atteggiamenti “evitabili”, allora si presenta sempre l’occasione per porvi un freno. Succede con le patologie del corpo, perché non dovrebbe valere anche per la società?

Pertanto, visto che la morte prematura dovuta ad incidenti stradali, è un problema che – insieme – può essere affrontato, è nata ieri “ufficialmente” a Paola l’associazione “Familiari e Vittime della strada” .

“Familiari” e “Vittime”, i primi vittime addirittura due volte, i secondi travolti da un destino che non gli ha lasciato scampo. Proprio per evitare che le vittime aumentino e che i familiari continuino a sprofondare nel più cieco dolore, Maddalena Panaro e tutti i consociati a quest’iniziativa si sono messi a disposizione della causa. Loro da “interni” al problema, sono riuscite a metabolizzare la sofferenza e l’hanno tramutata in desiderio di giustizia da contrapporre all’inconcepibile tragedia che assale le vite di “chi resta”.

Nel Video Report che segue è documentata la cronaca di un pomeriggio trascorso all’insegna della “fiducia collettiva” che circonda un’iniziativa necessaria. Un’azione che ci avvicina ancor di più ai “Nostri Angeli” e dà un senso più pieno alle nostre vite.

Buona Visione

 

http://www.marsilinotizie.it/public/?p=2761

Video Report (di Francesco Frangella)

 


un passo in più nella direzione dell'aiuto concreto, dopo l'importantissima esperienza dello scorso settembre, quando a Paola fu presentato il libro "Dai Precedenza Alla Vita"

 

per informazioni sulla sicurezza stradale scriveteci

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elenco Post

Anima e corpo

L'anima e' eterna e quello che non fa oggi lo potra' fare domani. Il corpo passa presto e quello che non fa oggi non potra' farlo mai piu'.

Anonimo


La pace

In definitiva, la pace si riduce al rispetto dei diritti inviolabili dell'uomo - opera di giustizia è la pace - mentre la guerra nasce dalla violazione di questi diritti.

Karol Jozef Wojtyla


Le mete

...per raggiungere le proprie mete, nella vita, ci vogliono fede, pratica e fortuna...


Cambiamenti

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Gandhi


Un uomo rispettabile

Un uomo è rispettabile solo in quanto porta rispetto.

Ralph Waldo Emerson
 


Informativa sui Cookie

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.