Gli sbalzi di umore in gravidanza sono un fenomeno tipico specie durante il primo trimestre. Unitamente a questi sbalzi la donna può vivere tutta una serie di paure, insicurezze e timori che fino a poco prima non aveva. Questo stato d’animo in alcune donne persiste per tutta la gravidanza e anche dopo la nascita del bambino, durante la “depressione post partum”.

Perché questi sbalzi di umore e queste paure?
Perché la donna vive un senso di agitazione/trepidazione verso una situazione radicalmente nuova che deve affrontare. L’esperienza della gravidanza è emotivamente tumultuosa e diversa, da donna a donna e non risparmia nessuna, neanche quelle più forti o quelle che hanno alle spalle altre gravidanze. Tanti i pensieri: paura del dolore del travaglio e del parto, paura di malattie congenite o che il bambino nasca con malformazioni, paura di essere una mamma inadeguata.

Com’è l’umore?
In questo periodo la donna appare di umore mutevole che varia da momento a situazione, in bilico tra tristezza e felicità, paura e sicurezza, appagamento e sconforto. Questi sentimenti contrastanti e in lotta tra di loro si spiegano anche per un altro motivo. Nel corpo della donna infatti, è in atto una tempesta ormonale che determinano vistosi cambiamenti prima di tutto fisici. Questa tempesta unita al senso di inquietudine da un esterno può sembrare sproporzionata ed esagerata. Per la donna in attesa invece è proprio così!

Che fare?
Innanzitutto non bisogna vergognarsi di vivere una situazione di grande fragilità e vulnerabilità emotiva e neppure tenersi tutto dentro. È importante poterne parlare liberamente con qualcuno che sappia ascoltare ed accettare, anche le paure più strane (improvvisa paura del buio, ad attraversare la strada, di non sentirsi più desiderata dal proprio compagno). È tutto normale al pari delle nausee e delle “voglie”.

Può essere di grande aiuto partecipare a corsi pre e post parto organizzati dall’unità ospedaliera o in ambito privato. Qui è proficuo e piacevole parlare del proprio stato d’animo con le altre donne, scambiarsi impressioni ed esperienze al fine di arricchirsi emotivamente in quella che sarà la grande avventura della propria vita.

 
22 gennaio 2007

Dottoressa CAMILLI Barbara