E’ qui esposta la testimonianza del Dott. Martelli, medico specialista in psichiatria a Verona, sul trattamento della depressione associata a tecniche di rilassamento, colloqui a orientamento psicoterapico fino all’utilizzo della fitoterapia.

Nella sua pratica specialistica ha avuto modo di utilizzare l’Hypericum perforatum in varie forme di disagio psichico, in particolare:

  • nelle reazioni depressive brevi
  • depressioni post-partum (di grado lieve)
  • reazioni di disadattamento n.a.s.
  • disturbi dell’adattamento con umore depresso
  • reazioni da lutto complicate
  • disturbo disforico premestruale (sindrome premestruale della tarda faseluteinica)
  • disturbo affettivo stagionale (abbr. in DAS)


Per quanto riguarda i dosaggi la cura consente un estrema  “personalizzazione” della terapia. Alcuni soggetti rispondono a dosaggi di 1 cps/die (300mg), altri a terapie con 2 o 3 cps/die (pari a circa 600-900 mg).

La durata del trattamento è diversa da caso a caso, con una media di 4-6 settimane.

Nella fase di diminuzione e sospensione non si sono verificati sintom9i “di rimbalzo” o disturbi ricollegabili a dipendenza.

Da sottolineare che le strategie terapeutiche cui ho fatto riferimento si sono avvalse, oltre che dell’apporto dell’Hypericum, anche di un attento ascolto del soggetto attraverso un adeguato sostegno psicologico.

 

LO SCHEMA TERAEUTICO CON IPERICO (come antidepressivo):
Iperico estratto secco, capsule da 300 mg
(titolo di ipericina 0,30%)
2-3 capsule al g. per 4-6 settimane



Barbara Camilli