La cefalea è un sintomo non raro in gravidanza, specie nel primo trimestre. Certo è che la donna già soffrente può acuire questo tipo di sintomo.
Perché questo disturbo? Il perché non è del tutto chiaro ma molti studi attribuiscono la causa ai cambiamenti ormonali e alle modificazioni a cui va incontro la circolazione sanguigna.

Altri potenziali colpevoli possono essere l’eccessiva assunzione di caffeina e suoi derivati (coca cola, the, caffé), la stanchezza della mamma, la congestione nasale che favorisce la sinusite, le tensioni e anche l’ipoglicemia dovuta alla fame.

I farmaci che generalmente vengono assunti sono sconsigliati in gravidanza, e comunque prima di assumerli è sempre meglio consultare il ginecologo.

Cosa è utile fare?
Può essere utile applicare degli impacchi freddi intorno agli occhi e al naso per combattere una eventuale congestione dei seni paranasali.

Per le emicranie da tensione muscolare può essere utile sistemare degli impacchi alla base della nuca o farsi massaggiare il collo, le spalle e i muscoli del dorso.

Infine adottare uno stile di vita salutare può molto come prevenzione. L’assunzione di qualche zolletta di zucchero, una regolare e costante attività fisica, rinfrescarsi spesso la faccia con acqua fredda (ottenendo una vasocostrizione sanguigna) sono rimedi semplici ma efficaci per contrastare la severità delle cefalee.

Questo sintomo spesso scompare nel secondo trimestre di gestazione
 

22 gennaio 2007

Dottoressa CAMILLI Barbara