“Da dove vengo, dove mi trovo?” domanda il neonato alla mamma.
Lei piange e ride ad un tempo e, stringendo il bimbo al petto, gli risponde:
“Tesoro mio, eri nascosto nel mio cuore, eri il suo desiderio. Eri nelle bambole della mia infanzia quando, ogni mattina, modellavo nell’argilla l’immagine del mio dio, eri tu che facevo e rifacevo. Tu eri sull’altare con la divinità del nostro focolare; adorandola adoravo te.
In tutte le mie speranze, in tutti i miei amori, nella mia vita, in quella di mia madre, sei tu che hai vissuto.
Lo spirito immortale che protegge il nostro focolare ti coccola sul suo seno dalla notte dei tempi.
Nella mia infanzia, quando il cuore apriva i suoi petali, tu lo avviluppavi, come un profumo inebriante.
La tua delicata freschezza vellutava le mie giovani membra come il riflesso della rugiada ce precede l’aurora.
Tu, piccolo del cielo, che hai per sorella gemella la luce del primo mattino, tu sei stato portato dalle onde della vita universale che ti ha infine posato sul mio cuore.
Mentre contemplo il tuo viso, il mistero mi inghiotte; tu che appartieni a tutti mi sei stato donato!
Per paura che mi scappi, ti tengo stretto al cuore, quale magia il tesoro del mondo ha consegnato alle mie fragili braccia?”

Rabindranath Tagore


 

Da subito è bene seguire una alimentazione corretta, equilibrata e varia sia qualitativamente che quantitativamente.
Va detto che non c’è una dieta precisa che permette di gestire il tumultuoso travaglio di crescita del bambino. Non c’è una dieta precisa da seguire nei nove mesi, ma esiste il buon senso.

Che cos’è l’acido folico?
Si tratta di una sostanza importantissima per la produzione di globuli rossi nel sangue e per la formazione del tessuto del sistema nervoso centrale.

La cefalea è un sintomo non raro in gravidanza, specie nel primo trimestre. Certo è che la donna già soffrente può acuire questo tipo di sintomo.
Perché questo disturbo? Il perché non è del tutto chiaro ma molti studi attribuiscono la causa ai cambiamenti ormonali e alle modificazioni a cui va incontro la circolazione sanguigna.

Che cos’è?
È l’organo di scambio tra la mamma e il bambino durante il periodo di gestazione. Essa trasposta al piccolo l’ossigeno e il nutrimento, allontana tutti gli elementi di scarto, e a partire dalla dodicesima settimana assicura la produzione degli ormoni per il buon proseguimento della gravidanza.

Sentirsi stanche o più affaticate soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza è normale. Spesso si ha la sensazione di non riuscire più a fare tutto come prima e si spesso si unisce una voglia irresistibile di dormire. In alcuni casi poi si prova un senso di capogiri, sudorazione, aumentata frequenza cardiaca e svenimenti.

Le perdite vaginali sono denominate leucorrea. Si tratta di perdite biancastre ed è assai frequente durante tutta la gravidanza specie nel primo trimestre. Durante i nove mesi  si verifica la produzione di un fluido biancastro molto denso e inodore a volte particolarmente abbondante.

Gli sbalzi di umore in gravidanza sono un fenomeno tipico specie durante il primo trimestre. Unitamente a questi sbalzi la donna può vivere tutta una serie di paure, insicurezze e timori che fino a poco prima non aveva. Questo stato d’animo in alcune donne persiste per tutta la gravidanza e anche dopo la nascita del bambino, durante la “depressione post partum”.

In ogni momento della gravidanza è possibile provare la sensazione di peso al basso ventre e dei dolori simili a quelli che accompagnano la fase mestruale. La donna ha la sensazione che l’utero si sia come indurito e pesante.

Sono quattro gli ormoni importanti durante la gestazione: la gonadotropina corionica umana (HCG), il progesterone, gli estrogeni e la prolattina.

Che cosa sono?
Si tratta di contrazioni, involontarie ed improvvise, dei muscoli. Queste rappresentano un disturbo molto frequente nel terzo trimestre specie nel settimo ottavo mese. Solitamente ad essere interessati sono i piedi, i polpacci e le cosce e spesso avvengono la notte con una sintomatologia dolorosa.