L’allegria di Febbraio
Febbraio è il secondo mese dell'anno secondo il calendario gregoriano ed è l'unico che conta 28 giorni (29 negli anni bisestili). Febbraio deriva dal latino februltus - februa, che significa "rimedio agli errori", e questo perché nel calendario romano il mese di febbraio era il periodo dei rituali di purificazione. Si narra che in questo periodo c’era la consuetudine alla purificazione attraverso strisce ricavate dalle pelli delle capre sacrificate.

ingredienti:

100g di songino o valerianella, un cespo di sedano bianco o il cuore di un sedano grande verde, 2 pere coscia possibilmente, 100g di grana, 8 gherigli di noci, olio, aceto balsamico, un cucciaio di miele di castagno, sale, pepe.

ingredienti:

200 g orzo perlato, 2 melanzane tonde, 2 zucchine, 1 carota, 2 cucchiai basilico tritato, 2 cucchiai menta tritata, 1 spicchio d'aglio, 3 cipollotti, 1 limone, peperoncino tritato a piacere, olio, sale.
 

DOLCI E DESSERT

PREPARAZIONE:
35 minuti più il tempo di riposo

COTTURA:
40 minuti

DOLCI E DESSERT


PREPARAZIONE:
15 minuti

COTTURA:
10 minuti circa

spesso la frutta avanza e solo per l'aspetto un po' sciupato la si butta via.

Non fatelo, è prezioso quel frutto. Stà a noi valorizzarne il gusto ottimizzando ciò che abbiamo di lui.
Se avete pere che vi avanzano vi suggerisco questa ricetta...

Ingredienti

Una tazzina di orzo perlato, una tazzina di lenticchie rosse, una tazzina di quinoa, un pezzo di zucca, un po' di sedano-carota-cipolla, prezzemolo, sale, olio.

L'anice verde pianta annuale alta circa 60 cm, con piccoli fiori bianco-giallo cui fanno seguito piccoli semi ovali dall'aroma persistente tipo  quello dei semi di finocchio.
L'anice stellato, il cui nome deriva dalla forma di stella  è stato importato in Occidente alla fine del 1600 principalmente  dall'Oriente dove è noto e molto usato in particolare in Cina e in Vietnam.

Carnevale

Nelle piazze, in ogni via
C’è un allegra compagnia
Che vestita in modo strano
Canta, balla e fa baccano.
Mascherine, mascherine,
siete buffe ma carine,
sono i vostri nasi rossi,
fatti male, storti e grossi,
coi costumi che indossate,
con gli scherzi che ci fate,
voi portate l’allegria
in qualunque compagnia.

 

 

In questo periodo con il freddo e il gelo spunta tra la neve un piccolo fiore chiamato Erica?
L'erica fiorisce fino a Giugno e con sé oltre alla delicatezza dei suoi fiori porta tanti significati: del suo profumo si dice che sia in grado di addolcire il carattere di chi lo annusa, inoltre si racconta che le streghe ne sfruttassero i poteri per entrare in contatto con il mondo delle fate e degli elfi. Le api operaie, grandi ricercatrici, sanno valorizzare le virtù di questo fiore in modo particolare: nutrendosi del suo nettare producono un miele dolce e raffinato.

L'orzo è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia dei cereali.
Fra le varie qualità si ricordano: l'Hordeum distichum, l'Hordeum tetrastichum e l'Hordeum exastichum, che si differenziano per la disposizione delle cariossidi (i frutti) su due, quattro o sei file. Per esempio gli orzi per la produzione della birra sono soprattutto orzi distici (due file).
Secondo le scoperte ed i ritrovamenti, si deduce che prima dell'avvento del frumento, l'orzo aveva un ruolo predominante nell’alimentazione, tanto da diventare simbolo di forza presso molti popoli.

L'albero delle pere ha radici molto antiche, conosciuto e mangiato sin dall'età della Pietra: esiti di scavi archeologici effettuati in Asia dimostrano come questo frutto fosse conosciuto almeno fino a duemila anni prima di Cristo.