Nella confezione dei rimedi omeopatici è presente un nome, una sigla e una cifra, ad esempio, Ignatia 1 CH.

Il nome indica la sostanza attiva usata per preparare il rimedio. I prodotti omeopatici si ottengono partendo da vegetali, da minerali e da tessuti animali. Di queste materie, quelle solubili sono messe a macerare in alcool arrivando alla produzione della tintura madre, mentre quelle insolubili sono tritate finemente e mescolate a lattosio.

Giunti alla produzione della sostanza si procede alla produzione del rimedio omeopatico che consiste nella progressiva diluizione della stessa.

La sigla può essere DH, CH,LM, K. Indicano le diluizioni-

La DH è la diluizione decimale
La CH la diluizione centesimale
La LM diluizione cinquantamillesimale.
La K diluizione Korsakoviane

La cifra può essere 1,3,9,15,30….. La diluizione decimale si fa prendendo una parte della sostanza di base e mescolata con 9 parti di solvente (acqua e alcool), si avrà così la prima decimale 1DH. Prendendo una parte della !DH e mescolandola a 9 parti di solvente si avrà la 2DH e così via.

Nelle centesimali il processo è lo stesso solo che La diluizione viene fatta con una parte di sostanza e 99 parti di solvente.
Nelle cinquantamillesimale la deconcentrazione va da 1 a 50.000 a ogni passaggio, mentre le korsakoviane seguono scale non omogenee perché adottano un procedimento differente-
Una volta ottenute le diluizioni desiderate si impregnano i granuli e i globuli, dopodichè si procede alla preparazione delle diverse forme galeniche.

I rimedi si presentano in diverse forme:

Globuli
Sferette di saccarosio e lattosio impregnati della sostanza medicamentosa molto piccole, contenute in tubicini monodose, da assumere per bocca sotto la lingua. I globuli sono utilizzati per i rimedi in alta diluizione e vengono presi a intervalli lunghi

Granuli
Sono sferette di saccarosio e lattosio impregnati della sostanza medicamentosa e contenuta in tubetti. Si prendono per bocca ponendoli sotto la lingua, lasciando che si sciolgano da soli. Sono rimedi in diluizione medio bassa utili in caso di somministrazioni ripetute

Triturazioni
Si tratta di vasetti contenenti polveri da assumere per bocca attraverso l’aiuto di un misurino. In questo formato si trovano tutti i prodotti insolubili, come ad esempio certi minerali. In genere sono rimedi in bassa diluizione

Ampolle bevibili o iniettabili
Le ampolle bevibili si assumono per bocca e ponendo la sostanza sotto la lingua, mentre le ampolle iniettabili sono usati come i comuni farmaci equivalenti

Gocce
Si tratta di flaconcini dove il prodotto è mescolato con alcool. Sono presi per bocca secondo le stesse modalità dei globuli e dei granuli. Sono efficaci in caso di diluizioni basse e somministrazioni ripetute

Supposte, ovuli, pomate, sciroppi
Si utilizzano come i corrispondenti prodotti allopatici


Barbara CAMILLI